Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

Viene preparato nell'arco di una settimana e si basa sull'agenda, cioè i casi della settimana più degni di nota ma con ritmi meno concitati. Tuttavia, dice Cinzia Bancone che: “Se Rai news 24 ha la premura di stare sul pezzo, Tv talk deve monitorare più tv contemporaneamente e non perdersi i pezzi”. Infine c'è l'esperienza portata da Alberto Puilafito, che descrive il Live Blogging come un servizio di informazione al pari di quella giornalistica, anche nel rispetto del codice deontologico, forse  meno condizionato da una linea editoriale. Il moltiplicarsi dei social network ha fatto si che tra la scoperta di una notizia e l'altra passasse meno tempo poiché questi fungono da catalizzatori. Tuttavia bisogna sempre andare sulla rete, cercare varie fonti nel modo più veloce possibile incrociandole per non prendere uno “sfondone”. Il Servizio Pubblico si trova di fronte al problema di responsabilità nei confronti del Paese e deve essere preparato. L'approfondimento è d'obbligo, come l'inchiesta che spesso per il continuo aggiornamento del web è meno fattibile. Ora che il giornalismo è diventato partecipativo bisogna scindere la vera notizia e la viralità con cui si propaga, dai commenti liberi degli utenti. Durante un avvenimento live, come l'elezione del Papa o del Presidente della Repubbilca, con i suoi tempi non prevedibili, bisogna far fronte all'attesa ricorrendo a servizi preparati prima, ospiti e inviati sul campo, per mantenere l'attenzione degli spettatori sempre viva. Anche lo stravolgimento della scaletta durante l'incontro nella Sala del Dottorato, con interventi e domande da parte dei presenti, può essere un chiaro esempio di live.

(Maria Teresa Limosa - Fonte: Recensito)